Mandorla

In Provenza, la fioritura del mandorlo tra febbraio e marzo ha ispirato moltissimi scrittori, poeti e pittori.

Fino ai primi anni del secolo scorso, il mandorlo era uno dei principali simboli del paesaggio provenzale. A partire dagli anni Trenta, però, il mandorlo è diventato raro in Provenza. L'OCCITANE desidera restituire a quest'albero emblematico il posto che gli spetta nel paesaggio provenzale. Per questo motivo, si rifornisce direttamente presso i produttori locali.In Provenza, la fioritura del mandorlo tra febbraio e marzo ha ispirato moltissimi scrittori, poeti e pittori.

Fino ai primi anni del secolo scorso, il mandorlo era uno dei principali simboli del paesaggio provenzale. A partire dagli anni Trenta, però, il mandorlo è diventato raro in Provenza. L'OCCITANE desidera restituire a quest'albero emblematico il posto che gli spetta nel paesaggio provenzale. Per questo motivo, si rifornisce direttamente presso i produttori locali.

Lo sapevate?

Tracciabilità
In tutte le sue formule, L'OCCITANE utilizza mandorle coltivate nel sud della Francia, incoraggiando le filiere e le famiglie che vi lavorano.

Le mandorle provengono dai frutteti del sud della Francia, come quello della famiglia Jaubert, sull'altopiano di Valensole. Spremute a freddo nel frantoio di Emile Noël, producono un olio estremamente ricco. L'OCCITANE ha messo a punto un complesso esclusivo brevettato a base di proteine di mandorla per rassodare e levigare la pelle del corpo. La sua formula contiene proteine di mandorla (leviganti), silicio (rassodante) e oli essenziali di elicriso, palmarosa e menta piperita (tonificanti).