L'avventura Karité

Tutti gli ingredienti utilizzati per i prodotti Occitane hanno un rapporto speciale con la natura e con la nostra bella regione della Provenza. Tuttavia, un prodotto si distingue dagli altri grazie alla sua provenienza, lontana poiché arriva direttamente dal Burkina Faso...
Di Marine Normand

Imparare a conoscere il Karité significa anche comprenderne la ricchezza. La storia di questo albero maestoso dal fitto fogliame verde, che può raggiungere i 15 metri di altezza, inizia nella savana dell'Africa occidentale e centrale, dove cresce spontaneamente. La sua coltivazione sembra in effetti impensabile considerando la lentezza della sua crescita. Essendo in grado di vivere da 2 a 3 secoli, è necessario aspettare che raggiunga i quindici anni di età per veder comparire i primi frutti. E questo non è l'inizio del suo periodo più fertile, che si situa tra i 50 e i 100 anni: inutile dire che non bisogna avere fretta... Le grosse noci verdi e scure che produce ogni anno vengono raccolte da terra, dalla fine di giugno fino all'inizio di settembre, esclusivamente da donne. Un lavoro difficile, poiché successivamente estraggono il nocciolo dal frutto, lo seccano, lo pestano e lo diluiscono con acqua per ottenere il burro di karité. L'uomo, a causa del carattere misterioso e sacro dell'albero, non è autorizzato a raccoglierne i frutti, né a provare a distruggerlo.

            Utilizzato nell'ambito dell'alimentazione, della salute e anche per i riti sacri, il karité è un segreto di bellezza custodito da millenni. Il suo burro è stato spesso l'unico prodotto cosmetico di molte donne africane. Possiede infatti diverse proprietà: cicatrizzanti, aiuta a guarire le screpolature, le smagliature e anche le ulcere e gli eczemi. Ha un effetto idratante e rilassante sulla pelle sensibile esposta alle varie stagioni e offre protezione certa dai raggi UV.

            Nel 1980, dopo aver scoperto la ricca e sorprendente storia del karité, Olivier Baussan, fondatore di Occitane, decide di partire alla sua ricerca nel Burkina Faso. Lì scopre questa noce pressoché magica e, anche se non viene coltivata in Provenza, decide di inserirla tra gli ingredienti del suo marchio. E aveva visto giusto. Il karité riscuoterà un grande successo e conquisterà il suo pubblico, e la sua crema per le mani diventerà rapidamente uno dei prodotti più venduti di Occitane. Un prodotto attualmente presente, in pieno inverno, in molte borsette delle donne di tutto il mondo! Ma il karité ha dato anche vita a un'altra bella storia. Scoprendo il lavoro di queste donne, Olivier Baussan decide di aiutarle e fonda una cooperativa per il commercio equo, consentendo ad alcune di queste dipendenti di ottenere l'autonomia finanziaria. Ora sono 12.000 e questa avventura umana è uno dei più grandi motivi di orgoglio per il fondatore di Occitane. Una bella storia di cui potete far parte grazie alla magia del karité!

Il karité
Il karité
Burkina Faso
Foto di L'Occitane
Il karité
Il karité
Burkina Faso
Foto di L'Occitane

Articoli più recenti

5 segreti per prolungare l'abbronzatura

5 segreti per prolungare l'abbronzatura

Al ritorno dalle vacanze, sognate di conservare tutti i benefici dell'estate compresa la splendida tintarella che avete ottenuto crogiolandovi al sole? L’Occitane vi svela la routine di bellezza da adottare per conservare la tintarella al rientro.
I consigli per un sonno ristoratore

I consigli per un sonno ristoratore

Per un buon equilibrio, è necessario dormire bene; il sonno svolge un ruolo cruciale sul benessere sia fisico che mentale. Ma in piena estate, tra cambiamenti di ritmo e temperature elevate, addormentarsi non è sempre facile. Scoprite tutti i consigli di L’Occitane per cadere in un attimo tra le braccia di Morfeo.
La trousse dell'estate

La trousse dell'estate

Sia che andiate in vacanza sia che restiate a lavorare, con il caldo estivo i trattamenti e le routine di bellezza richiedono un cambiamento. Tra prodotti essenziali e rituali irrinunciabili, quest'estate L'Occitane vi svela come portare il sole nel vostro beauty case!