I mandorli della Provenza sono tornati!

Presente da sempre nei territori della Provenza, a partire dagli anni '30 dello scorso secolo la cultura del mandorlo inizia a declinare, fino a scomparire del tutto, soppiantata dal grano e dalla lavanda. Dal 2002, grazie al progetto condotto dai fratelli Jaubert sull'altopiano di Valensole e con il sostegno di L'OCCITANE, per questo albero da frutto si ricomincia a sperare in un futuro promettente...
Para Justine Fiordelli

Trascurato dal secolo scorso, il mandorlo della Provenza torna oggi ad assumere il ruolo di protagonista. Sull'altopiano di Valensole, nelle Alpi dell'Alta Provenza, la sua cultura ha potuto riprendere piede grazie al progetto avviato nel 2002 dai fratelli Jaubert. Per reintrodurre quest'albero dai fiori bianchi, un tempo considerato il simbolo della Provenza, non hanno esitato a fare le cose in grande.

Nascosta a più di 700 metri di altitudine, la coltivazione messa a punto dai fratelli Jaubert da una decina d'anni conta oggi non meno di 15.000 esemplari su una superficie media di 75 ettari. Qui tutto è studiato affinché la coltivazione di questi alberi sia fruttuosa, dalla raccolta alla rottura e cernita delle mandorle fresche, da eseguire con precisione e minuzia.

Per creare i prodotti della linea "Amande", L'Occitane resta fedele ai suoi valori e si impegna a rifornirsi come prima scelta dai produttori di mandorle del sud della Francia. Nell'ottica di uno sviluppo sostenibile, il marchio tende inoltre a utilizzare l'intero frutto, dalla gemma al guscio, nell'intento di contribuire attivamente allo splendore del mandorlo nel paesaggio della regione.

I mandorli della Provenza sono tornati!
I mandorli della Provenza sono tornati!
Fratelli Jaubert di Valensole
Fotografia José Nicolas
I mandorli della Provenza sono tornati!
I mandorli della Provenza sono tornati!
Provence
Fotografia José Nicolas

Articoli più recenti

5 segreti per prolungare l'abbronzatura

5 segreti per prolungare l'abbronzatura

Al ritorno dalle vacanze, sognate di conservare tutti i benefici dell'estate compresa la splendida tintarella che avete ottenuto crogiolandovi al sole? L’Occitane vi svela la routine di bellezza da adottare per conservare la tintarella al rientro.
I consigli per un sonno ristoratore

I consigli per un sonno ristoratore

Per un buon equilibrio, è necessario dormire bene; il sonno svolge un ruolo cruciale sul benessere sia fisico che mentale. Ma in piena estate, tra cambiamenti di ritmo e temperature elevate, addormentarsi non è sempre facile. Scoprite tutti i consigli di L’Occitane per cadere in un attimo tra le braccia di Morfeo.
3 errori da non fare al ritorno dalla spiaggia

3 errori da non fare al ritorno dalla spiaggia

Crogiolarsi sulla sabbia fine è uno dei piaceri dell'estate. Per approfittare dei benefici della spiaggia nel tempo, L'Occitane vi svela gli errori da non fare dopo una giornata in riva al mare. Seguite la guida!