L'elicriso è un fiore che non appassisce mai, neanche dopo essere stato colto. Per gli abitanti della Corsica, questo fiore dal profumo inebriante è un simbolo della macchia mediterranea.

Nel 2001, nel cuore della Corsica, in Balagna, L'OCCITANE ha scoperto questa pianta straordinaria che cresce allo stato selvatico.

L'elicriso possiede proprietà medicinali ben note nelle tradizioni mediterranee: antiecchimosi, antinfiammatorie (cento volte più potente dell'arnica) e cicatrizzanti.

Lo sapevate?

Di fronte ai rischi di una raccolta selvaggia sempre più diffusa, nel 2003 L'OCCITANE ha avviato un programma di coltivazione dell'elicriso in Corsica, nel pieno rispetto dell'agricoltura biologica. Oggi il programma si estende su 27 ettari e coinvolge 8 coltivatori. La qualità e la tracciabilità sono garantite dalla raccolta fino alla distillazione. L'obiettivo è di raggiungere i 50 ettari entro il 2011. L'olio essenziale di elicriso è oggetto di un brevetto depositato da L'Occitane per la sua efficacia anti-età in grado di agire su tre livelli (test in vitro): moltiplica per 6 la produzione di collagene per correggere le rughe e migliorare il tono della pelle; stimola la microcircolazione cutanea per favorire il rinnovamento cellulare; protegge la pelle dai radicali liberi per prevenirne l'invecchiamento. Associato a oligoelementi, a oli vegetali e a un derivato di vitamina C, l'olio offre proprietà complementari riparatrici e anti-macchia, oggetto di un secondo brevetto.