Dipendenti

    Un’azienda responsabili ha « dei diritti e dei doveri » nei confronti dei suoi dipendenti :
  • Il diritto di chiedere loro di impegnarsi con lei in un percorso (démarche) di sviluppo sostenibile : ad esempio chiedendo a tutti di stampare ogni volta che è possibile fronte retro
  • Il dovere di contribuare al benessere sul lavoro del maggior numero di persone: è in quest’ottica che il primo barometro sociale è stato condotto a Parigi, Manosque e Ginevra nel 2006.
Quali sono le nostre azioni più recenti?
    Nel 2008, abbiamo chiesti ai dipendenti della Sede di passare al Verde!
  • La carta è riciclata e il 50% della cancelleria è certificata « verde ».
  • Si fa la raccolta differenziata dapertutto, negli uffici e in sala relax.
  • I bicchieri di plastica sono demodè: viva tazze, bicchieri di vetro e brocche !

    Nel 2009, abbiamo cercato di migliorare l’atmosfera al lavoro:
  • Abbiamo organizzato corsi di Fitness a Manosque e sessioni di Yoga a Parigi, due volte a settimana.
  • Un mercato BIO ha luogo una volta a settimana vicino alla fabbrica di Manosque.
  • Abbiamo contribuito all’apertura di un nido interaziendale che accoglie 10 bambini di dipendenti L’Occitane.

Cosa ci ha spinti a promuovere il car-sharing sul sito di Manosque e a organizzare un mezzo di trasporto colletivo per parte dei dipendenti della fabbrica?

La zona industriale Saint Maurice non essendo ben collegata, ogni dipendente deve prendere la propria macchina : un costo elevato per lui e per il pianeta!!
Un esempio di come le nostre preoccupazioni sociali combaciano con le nostre preoccupazioni ambientali.

Per quanto riguarda il trasporto dei dipendenti, abbiamo anche rivisto la procedura Veicoli Aziendali per favorire veicoli più verdi e incoraggiare l’eco-guida .

L’Occitane, azienda responsabile

Nel 2008, un gruppo di 9 persone in difficoltà d’inserimento sono state assunte con un contratto di un anno nei reparti di produzione per formarsi al mestiere di operatore Confezionamento. Il 100% di loro ha conseguito il diploma AFPA nel dicembre 2008.

Infine, L’Occitane ha perseguito in Francia une politica volontarista in matiera di assunzione di lavoratori portatori di handicap , che si è concretizzata con l’assunzione di 10 persone appartenenti alle categorie protette da gennaio in diversi servizi (Produzione, Contabilità, Risorse Umane…). Per arrivare a questo risultato, tutti gli annunci sono pubblicati su siti dedicati ai portatori di handicap, abbiamo partecipato a due Fiere dedicate ai lavoratori con handicap e seguiamo mensilmente i contratti interinali dei lavoratori con handicap. Per agevolare la vita delle persone portatrici di handicap all’interno dell’azienda, le postazioni di lavoro sono stata adattate e la Direzione ha dato il diritto a 5 mezze giornate supplementari di permesso per Visite Specialistiche a queste persone.

Con el fin de facilitar la vida de las personas con discapacidad en el seno de la empresa, sus puestos de trabajo han sido o están siendo adaptados a sus necesidades y la Dirección ha acordado el derecho a 5 medias jornadas suplementarias para consultas médicas para aquellos que lo necesiten.

    Quali sono le prospettive?
  • La nostra politica Handicap continua oggi, con lo sviluppo della collaborazione con i terzisti ESAT (Établissements et Service d'Aide par le Travail, Ente e Servizio di Aiuto tramite il Lavoro), che fanno lavorare persone portatrici di handicap pesanti.
  • L’accessibilità del sito internet di L’Occitane deve essere rivista per permettere al maggior numero di persone di navigare sulla bellezza della Provenza.
  • E siccome lo sviluppo sostenibile riguarda anche le generazioni future, L’Occitane ha collaborato con la città di Manosque per aprire nel settembre 2009 un asilo nido con 10 posti riservati ai bambini L’Occitane!!